LESS IS SEXY, il mondo sostenibile raccontato da Gloria Vanni in una intervista esclusiva per COMUNICARE SHIATSU

lessissexy_comunicareshiatsu

Gloria Vanni si occupa di comunicazione da oltre 25 anni. Come giornalista ha scritto e collaborato con media nazionali come Vie del gusto, Donna Moderna, Verde Oggi, Gulliver, ¿Qué Tal?, Capital, Il Giorno, Guida Viaggi, Tuttoturismo, Magazine Italiano, Taxi, 100 Cose, Cosmopolitan, A Tavola, Weekend & Viaggi, Sale & Pepe, Pratica… Ha maturato esperienze come addetto stampa e ha scelto di confrontarsi con la comunicazione digitale e transmediale.

Ad aprile 2013 ha creato LessIsSexy.com, blog che affronta i temi legati alla sostenibilità.

 

Il mondo cambia. Senza dubbio stiamo vivendo una trasformazione generale che tocca tanti ambiti della nostra vita. Perché oggi c’è questa forte tendenza verso la sostenibilità e un ritorno alla natura? Chi e cosa ci stanno portando verso una maggiore consapevolezza di noi stessi e dell’ambiente che ci circonda?

L’epoca che stiamo vivendo ci ha imposto, ci impone, continui cambiamenti. In alcuni casi sono, devono essere, cambiamenti radicali. E condivido la visione di chi sostituisce la parola “crisi” con “cambiamento”. È una straordinaria opportunità, nata forse prima del 2008, anno in cui è iniziata la rivoluzione di cui siamo protagonisti e testimoni. Nessuna trasformazione è indolore. In particolare per noi italiani, tanto creativi quanto refrattari alle regole. Spesso anche incapaci di rileggere la storia. Chi raccoglie il cambiamento, va spontaneamente verso consapevolezza e sostenibilità diverse. Verso una sostenibilità personale, sociale, ambientale, economica, globale. Un modo di essere che inizia con l’attenzione per le piccole cose quotidiane e per le persone che ci circondano.

Il suo blog LessIsSexy affronta quotidianamente temi molto attuali, in diversi ambiti, ma sono soprattutto le “persone” protagoniste delle storie che segnala. Come si può essere più consapevoli del fatto che “meno è sexy”? Viviamo meglio senza il “troppo” che ha caratterizzato le nostre vite negli anni prima della crisi?

Non avrei aperto un blog se la “sostenibilità” e il “meno è sexy” non mi avessero chiesto di farlo! Ogni giorno cerco di condividere quello che ho imparato, imparo, grazie anche alle persone che incontro, di cui racconto frammenti e storie, a chi mi legge e segue. È un impegno che nasce da passione, determinazione, curiosità, voglia di condividere e desiderio di continuare a scoprire cosa c’è dietro l’angolo. Questi possono anche essere alcuni ingredienti per iniziare ad assaporare i piaceri del “meno è sexy”. Facciamo a meno soprattutto delle abitudini che, senza rendercene conto, diventano limiti, ostacoli, vere e proprie gabbie personali. Abitudini che “non ci permettono” e “ci inducono”, di ascoltare gli altri e a parlare solo noi, per esempio. Basta poco per iniziare a cambiare comportamenti e modi di vivere. Sì, credo che si viva meglio senza il “troppo” che ci ha a lungo contraddistinto. Questa è la mia esperienza. Condivisa da tanti se prendiamo un esempio come Leo Babauta, blogger statunitense, creatore di Zenhabits.net, il blog di crescita personale più importante al mondo con oltre un milione di fedelissimi lettori.

Quale definizione darebbe oggi alla parola “benessere”?

La mia definizione di benessere è in continuo mutamento! Non ho ricette universali, posso parlare del “mio benessere”, di cui alcuni elementi sono condivisibili. Il mio benessere è sentirmi bene nel mio corpo, cui dedico attenzioni quotidiane come dormire 7/8 ore, respirare e fare stretching appena sveglia, camminare e muovermi perlopiù in bicicletta, mangiare cibi sani, bere molto e un massaggio se posso… E passa attraverso il sentirmi bene nella mia pelle, ovvero sentirmi ascoltata e rispettata, utile e apprezzata.  E ancora, essere capace di ascoltare, rispettare, apprezzare, chiedere scusa, dire “ho sbagliato”… È uno scambio: il mio benessere nasce da un continuo scambio di rispetto, dignità, impegno, leggerezza, gioco, serenità. A volte ci riesco, altre no. Il riconoscere di “non essere capace”, cerco di trasformarlo da sconfitta a stimolo per migliorare.

La saggezza orientale e lo shiatsu s’inseriscono bene nello stile di vita che molti cercano di perseguire: sana alimentazione, attività fisica, pensiero positivo, riciclo, risparmio. Tra tutte le parole che usa spesso per scrivere articoli in tema di sostenibilità, quali userebbe se dovesse parlare di shiatsu?

Zen, minimalista, essenziale. E ancora, energia, dimora, rispetto, armonia, ambiente. Dall’Oriente abbiamo straordinari esempi di come basta davvero poco per vivere bene. Lo shiatsu è una tecnica di riequilibrio energetico del corpo. Il corpo è la nostra dimora, dobbiamo averne cura senza esserne schiavi. Dobbiamo andare oltre l’aspetto, i canoni estetici, e alimentare i contenuti. Non è un passaggio semplice in una società che impone, soprattutto alle donne, di essere belle, magre, attraenti. Sempre e a qualsiasi costo. Come l’ambiente, anche il corpo parla, manda segnali positivi e negativi. A lungo non abbiamo fatto nulla per l’ambiente che ogni tanto – poco per tutti i danni che abbiamo provocato e provochiamo -, ci costringe a fare i conti con la nostra incoscienza e le nostre responsabilità. Siamo di passaggio e “Non abbiamo ricevuto la terra in eredità dai nostri padri ma l’abbiamo presa in prestito dai nostri figli”. Se l’armonia inizia da se stessi, è più semplice trasmetterla, diffonderla, riciclarla.

Il suo blog LessIsSexy in soli pochi mesi è già un punto di riferimento per blogger, giornalisti e curiosi dei temi che affronta. Qual è la ricetta del suo successo?

Se, e quando, LessIsSexy.com arriverà nelle vicinanze di Zenhabits.net, allora potremo usare la parola successo! Ascoltare, non prendersi troppo sul serio, cercare di mettersi nelle scarpe degli altri, leggere i numeri come altri dati e informazioni, condividere per contribuire a un miglioramento personale e globale sono piccoli passi di una strada all’insegna di seduzioni della sostenibilità. Seduzioni di cui parlare. Seduzioni più affascinanti da vivere ogni giorno.

http://lessissexy.com/

Comments are closed.

Post Navigation